da vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adigeda vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adigeda vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adigeda vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adigeda vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adigeda vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adigeda vedere Bolzano Ötzi Museo Archeologico dell`Alto Adige
Last minute

Da vedere in Alto Adige

Le leggende sullo Salto dettagli »
Le leggende sullo Salto
Sullo Salto, partendo dall'albergo Stella Alpina verso Lavenna (sentiero E5) troverete 12 leggende, raccontando di San Genesio e dintorni. Le leggendesono state realizzate dai 132 scolari della scuola elementare di San Genesio.

Il sentiero di San Martino dettagli »
Il sentiero di San Martino
Un percorso circolare di ca. 3 km ideato come percorso meditativo e realizzato con particolare attenzione ai bambini, alla natura e alla semplicità. L'obiettivo è quello di far vivere ai visitatori, e in particolar modo ai bambini, con tutti i sensi la natura e di spiegare loro qual'è il messagio che il suo Creatore ci ha mandato attraverso il Creato. 
Grazie ai vari elementi, come p. es. le impronta dei piedi, il labirinto, la pietra del padre nostro oppure il bellissimo belvedere, i bambini ma anche gli adulti possono conoscere la vita di San Marino e capire meglio anche la loro vita.

Piramidi di terra presso l'albergo Wieser dettagli »
Piramidi di terra presso l'albergo Wieser
Sono formazioni geologiche dell'ultima era glaciale. Il terreno argilloso di colore rosso si stacca franando al di sotto dei prati e dei boschi e si formano le piramidi di terra. Lo smottamento proviene dal rio Margherita, che scorre nella Val d'Adige verso Settequercie.

Il Salto dettagli »
Il Salto
l Salto è un'altopiano sopra San Genesio a ca. 1300 - 1400 metri, con estese praterie. Il posto ideale per trovare un pò di pace e serenità

Acero di montagna presso l'albergo Tomanegger dettagli »
Acero di montagna presso l'albergo Tomanegger
L'acero di montagna è vicino all'albergo Tomanegger, che si trova a metà strada tra San Genesio e Valas. La chioma è molto ampia e rigogliosa. Questo albero è particolarmente bello per la sua vitalità e la colorazione autunnale.

Circonferenza del tronco: 1,7 metri, 3,0 metri, 1,8 metri.
Altezza: 18 metri
Diametro della chioma: 18,5 metri
Età: circa 300 anni

Rovina Greifenstein dettagli »
Documentate per la prima volta nel 1159. Distrutte più volte a causa di incendi o battaglie e successivamente ricostruite. Secondo una leggenda ricevettero un secondo nome, "Sauschloss" (Castel del Porco).

Rovine Helfenberg dettagli »
Il sistema costruttivo e la stratificazione delle pietre di questo piccolo castello fanno presupporre che esso sia stato costruito intorno al 1180. I castellani erano con ogni probabilità i conti del Tirolo. L'ultimo riferimento scritto a Helfenberg risale al 1353.

Langfenn (Lavena) - Fenn dettagli »
Prati umidi; al di sopra di un vecchio sentiero con una chiesetta dedicata a S. Giacomo (protettore dei viaggiatori e dei viandanti), probabilmente luogo di culto pagano - reperti dell'età del bronzo - circa 150 anni fa luogo di mercato del bestiame e di mercerie molto frequentato.

Alla scoperta di Bolzano dettagli »
Alla scoperta di Bolzano
L'Azienda di Soggiorno in collaborazione con le guide turistiche di Bolzano organizza un fitto programma di visite guidate. Il calendario per conoscere i segreti della città con i suoi terosi artistici si articola in interessanti percosi a tema, durante i quali una guida turistica accompagna gli ospiti alla scoperta di monumenti, musei e curiosità artistiche e culturali.

Castel Roncolo dettagli »
Castel Roncolo
Nella Bolzano dei castelli risalta come una pietra preziosa Castel Roncolo.

Costruito su uno spuntone porfirico all'imbocco della romantica Val Sarentino, il maniero testimonia, attraverso il prestigioso ciclo di affreschi profani voluto dall'antica famiglia di commercianti Vintler, le autentiche saghe cavalleresche medievali; grazie all'ottimo stato di conservazione ed alla cura del restauro si possono ammirare scene di caccia, giochi di corte e corteggiamento, le sottili delizie della vita cortese ed alcune importanti vicende tratte dalla letteratura dell'epoca.

Assieme al castello ha riaperto l'antica trattoria che con la sua proposta gastronomica tipica ed essenziale, offre l'opportunità di vivere un momento quasi magico nelle mura medievali del maniero e per gustare con l'adeguata tranquillità un importante spaccato della storia di Bolzano.

Museo Archeologico dell'Alto Adige dettagli »
Museo Archeologico dell'Alto Adige
La collezione esposta al pubblico del Museo Archeologico dell'Alto Adige si articola in senso cronologico e documenta l'intera storia dell'Alto Adige dal Paleolitico e Mesolitico (15.000 a.C.) fino all'epoca carolingia (verso l'800 d.C.).

L'Uomo venuto dal ghiaccio, con gli oggetti che lo accompagnano, inserito nel contesto storico, costituisce il complesso espositivo centrale. Modelli, ricostruzioni, immagini stereoscopiche, video e stazioni multimediali interattive permettono di dare uno sguardo al più remoto passato del versante meridionale della catena alpina, con ricchezza di informazioni e al tempo stesso in modo gradevole.

Museo Scienze Naturali Alto Adige dettagli »
Su una superficie espositiva di 1.000 m² i visitatori hanno l'opportunità di ammirare tutta la varietà del paesaggio altoatesino: dalla sua genesi geologica alla conformazione morfologica, dal reinsediamento successivo all'era glaciale fino alla sua antropizzazione.

Accanto all'esposizione permanente, il Museo organizza periodicamente mostre temporanee. Gli aggiornamenti sulle mostre sono riportati alla voce Mostre temporanee.

Un importante ambito di attività del Museo è rappresentato dalla ricerca sul territorio regionale. Al centro dell'interesse vi è innanzitutto lo studio sistematico della flora e della fauna locali nonché delle caratteristiche geologico-mineralogiche dell'Alto Adige.

Messner Mountain Museum Firmian dettagli »
Messner Mountain Museum Firmian
Situato al margine sud-occidentale di Bolzano, sovrastante il fiume Adige, il castello è considerato come un emblema dell'Alto Adige. Il nome originario Formigàr (dal latino formicaria) deriva da un fatto storico accaduto nel 945. Trattasi della più antica menzione pervenuta di un vero e proprio castello altoatesino. Sin dall'inizio fortilizio dei principi vescovi di Trento, fu acquistato nella seconda metà del 400 dal duca Sigismondo il Danaroso, conte di Tirolo, che lo trasformò nel più grande e prestigioso dei suoi castelli denominandolo Sigmundskron (corona di Sigismondo).
Nel 1996 il castello è stato acquistato dalla Provincia Autonoma di Bolzano e nel 2003 il noto scalatore e scrittore Reinhold Messner è in procinto (presumibilmente entro il 2003) di realizzarvi il Museo della Montagna. Il museo è tuttora chiuso per restauro.


Hotel Tschögglbergerhof - Saltus srl · Via Frei 8 · I-39050 San Genesio, Alto Adige · Tel. 0471 354 119 · Fax 0471 354 076 · hotel@tschoegglbergerhof.it
Part. IVA: IT02524000219 · Registro delle Imprese di Bolzano n. 184601
Sitemap | Privacy | Colofone
Alto Adige Hotel König Laurin Hotel Tschögglbergerhof - Booking Alto Adige Hotel Tschögglbergerhof - Alto Adige Balance